sabato 16 marzo 2019

Jukebox: 'Wake me up' per Fabrizio Perale

Buon sabato amici.
Torna l'appuntamento col jukebox di Chi scrive non muore mai.
Questa volta tocca alla richiesta di Fabrizio Perale del blog Cent'anni di nerditudine.
Stando al suo commento (cito testualmente), Fabrizio "ha gusti giovani", ed io lo ringrazio, così sarà felice Max e con lui tutti i lettori che pensano che dovrei un po' svecchiare i miei gusti musicali...

Devo confessare, però, che a differenza di altri post con scelte più "classiche", stavolta ho dovuto affidarmi totalmente alla rete, poiché conoscevo questa canzone soltanto molto superficialmente.
Quindi, vediamo un po' cosa ho trovato...

Wake Me Up è un singolo del dj svedese Avicii, pubblicato il 17 giugno 2013 come primo estratto dal primo album in studio True.
Viene considerato da molti la canzone rappresentativa dell'estate 2013, ed è sicuramente il brano di maggior successo del dj.

Mi sono soffermata sulla traduzione del testo ed ho scoperto che questo è più profondo di quanto non pensassi.
Tratta, infatti, di un giovane che si vede costretto ad affrontare il mondo con tutte le ansie e i dubbi che l'età gli impone.
Svegliatemi quando sarà tutto finito,
quando sarò più saggio e più vecchio.
Tutto questo tempo, stavo cercando me stesso, ed io
non sapevo che mi ero perso

Dunque, il protagonista sente addosso il peso delle aspettative che la società riversa in lui, e vorrebbe dormire fino al raggiungimento della tanto agognata maturità dell'età adulta.

Non so se Fabrizio ami questa canzone soltanto per il suo ritmo o anche per le parole, e spero che vorrà comunicarcelo.
Intanto, vi ricordo di lasciarmi le vostre richieste nei commenti, con la promessa che me ne occuperò al più presto.
Bacioni.
A presto.

P.S. Apprendo da Max che, purtroppo, Avicii si è suicidato il 20 aprile 2018. 😓
Io mi ero soffermata più sulla canzone che sulla biografia del cantante..

33 commenti:

  1. Ma sai che è morto l’anno scorso?
    Avicii!
    Poveretto.
    Comunque mi stavi fregando credevo parlassi del pezzo degli WHAM di GeorgeMichael.
    Bella questa canzone.
    2013 , mi ricordo quell’estate.
    Usai la canzone come sottofondo musicale di un video fatto artigianalmente da me dove mia figlia giocava una partita a pallone nella spiaggia di Cesenatico .
    A quei tempi mi piaceva usare le canzoni che sentivo durante le vacanze come testimonial dei miei video o delle foto che facevo con Moviemaker un vecchio programma del Pc.
    Ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non lo sapevo. Poveretto.
      Vado subito a verificare e aggiungo una nota. Grazie!

      Elimina
  2. Bellissima, vero, è stata la song della summer 2013, yo!
    Grande Avicii, peccato ci abbia lasciati un annetto fa...

    La mia proposta: Lacio Drom dei Litfiba ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio che canzone difficileeeee.
      Accetto solo se mi mandi un video in cui la canti.... 😜

      Elimina
  3. Cara Claudia, se anche non conosco questa canzone, ma ugualmente mi piace.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Bella canzone davvero.
    @Max Sotuknang è un personaggio della mitologia Hopi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fingo di sapere cosa sia la mitologia Hopi........

      Elimina
    2. Nativi americani... Una delle mie grandi passioni.

      Elimina
    3. Lo so.. Ho chiesto a Mister G. 😉

      Elimina
    4. Mi hai letto nel pensiero.
      Con Sotuknang , Claudia.
      Non lo sapevo .
      Grazie.
      Ciao

      Elimina
  5. Da sottolineare la splendida voce di Aloe Blacc...eh sì, Avicii si è suicidato e quel peso delle aspettative che citi, analizzando il testo della canzone...quanto ha pesato per questo ragazzo.
    Grande pezzo, forse non il mio favorito di quell'estate, né il mio favorito di Avicii, ma grande pezzo. Bravo Fabri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente se avessi scoperto prima la fine di questo ragazzo, avrei probabilmente colto il senso della canzone con un altro spirito.
      Ma forse è stato meglio leggerla ed interpretarla senza condizionamenti.

      Elimina
    2. Beh le canzoni è sempre bello interpretarle anche secondo quello che proviamo noi, no?

      Elimina
    3. Perché hai cambiato la maglietta? 😂😂😂
      Comunque ci sono canzoni che vanno interpretate anche sulla base di come sono scritte.
      Prendi "Angelo" di Francesco Renga, di cui mi occupai qualche settimana fa.
      È una canzone di un padre per una figlia. Se non lo sai, può sembrare un brano d'amore tra fidanzati, ma la stravolgi completamente..

      Elimina
  6. Ottimo brano, non è l'unico successo. Rimangono oscure le cause che hanno spinto al suicidio, era veramente bravo.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cause dei suicidi sono sempre abbastanza ignote, a meno che la vittima non lasci qualcosa di scritto.
      Nel suo ambiente, comunque, il mal di vivere non è raro.

      Elimina
  7. La sua morte mi ha abbastanza sconvolto, apprezzavo questa e altre sue canzoni.. qui aveva trovato una divertente unione fra musica country e musica dance. Si mi piace il ritmo ma anche il significato del testo, pensa che la frase del ritornello mi sarebbe piaciuto tatuarmela! :) Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow. Beh, se ami i tatuaggi perché no? Mi sembra una buona idea. Anche mio fratello ha tatuato una frase di Eros Ramazzotti sul bicipite.

      Elimina
  8. è una canzone che rimarrà nel "juke box" delle nostre vecchie estati.

    RispondiElimina
  9. Quando si tratta di canzoni internazionali non penso al testo, ma comunque ho sempre adorato questa canzone e mi è dispiaciuto quando lui è morto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è dispiaciuto quando l'ho scoperto.. Ieri.. :'

      Elimina
  10. Non ricordavo del suicidio di Avicii, anche se certamente ne avrò sentito parlare. E' un peccato che tanti artisti promettenti decidano per quella via lì...il male di vivere non risparmia proprio nessuna categoria.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, nessuna categoria. Ma, paradossalmente, forse la loro è proprio la più inflazionata, malgrado agli occhi di noi "comuni mortali" appaiano felici e con vite da sogno...
      Bacio

      Elimina
  11. Oddio, ricordo perfettamente la canzone ma ignoravo che il cantante si fosse suicidato 😳Chissà perché... Mi sta venendo in mente di cambiarti la mia richiesta con qualcosa di più allegro 😁...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah
      Troppo tardi, perché il post è già bello scritto e programmato.
      Ma se hai una nuova richiesta più "felice", la metto in coda. ;)

      Elimina
    2. Ok, per il prossimo anno, allo smaltimento della fila, la mia richiesta è “Bella figghiola” di Mimmo Cavallaro 😋almeno mi ricordo di quando mi esibivo in tarantelle e pizziche...

      Elimina
    3. Ma adesso dove la vado a pescare questa canzonetta??
      Me ne devi chiedere una facileeeeeeeeeee!!! 😭😭😭😭

      Elimina
    4. Uuuee ma quale canzonetta 😂😂😂Vedi che Cavallaro è un’istituzione!!! E poi hai un anno di tempo... 😁

      https://youtu.be/kWDTE8uLc5E

      Eu mi partia di tantu luntanu
      pe' venari di tia tantu vicinu.
      Tutti mi dinnu ca lu mari è fundu
      ma pe' l'amuri tua lu passu e vegnu
      ma pe' l'amuri tua lu passu e vegnu ...

      Testi di una poesia etnica fuori le riga 😍... Spesso Cavallaro canta con Cosimo Papandrea, sono stati piu volte protagonisti de La notte della taranta, pur venendo dalla Calabria 😊dai, puoi metterci in mezzo anche le radici tue pugliesi 😍

      Elimina
    5. Di male in peggio.
      Io odio le canzoni in dialetto.
      Mi fanno venire i nervi!!!
      Quindi la rubrica del jukebox è chiusa.
      PER SEMPRE! 😂😂

      Elimina
    6. 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣
      So che non mi daresti MAI questo dispiacere 🥰🥰
      😘😁

      Elimina
    7. Figurati..
      Oggi ho scritto il post per il Moz sui Litfiba.. 🤢
      Diciamo che finché non mi chiederanno una canzone napoletana potrò sopportare di tutto. O quasi ..

      Elimina

Per colpa di chi ne ha abusato, minando l'atmosfera familiare che si respira su questo blog, sono vietati i commenti anonimi, così come quelli polemici e offensivi.
Se non prendi la vita con filosofia e ami mettere zizzania, sei nel posto sbagliato.